Articoli

Raccolta di articoli, opinioni, commenti, denunce, aneddoti e racconti, rilevati da diverse fonti informative.

Avvisi e Notizie

Calendario degli avvenimenti; agenda delle attività; episodi di cronaca, notizie ed informazioni varie.

Galleria

Scatti “amatoriali” per ricordare gli eventi più significativi. In risalto volti, paesaggi, panorami e monumenti.

Iniziative

Le attività in campo sociale, culturale e ricreativo ideate e realizzate dal Circolo “Palazzo Tenta 39” (e non solo).

Rubrica Meteo

Previsioni del tempo, ultim’ora meteo, articoli di curiosità ed approfondimento (a cura di Michele Gatta)

Home » Archivio per Categoria

Angolo della poesia

Presentazione Presentazione

23.09.2017, La poesia di don Remigio M. Iandoli – io ho scritto questi versi / quando ho sentito il bisogno di parlare / con qualcuno / che non m’avrebbe capito / quando mi sono accorto / con nostalgia / di non essere più fanciullo; / quando il tempo / mi ha portato immagini lontane / che mi hanno carezzato / questa ferita / in via di guarigione; / quando ho avuto bisogno di / piangere / senza che nessuno mi vedesse; / quando ho avuto bisogno / di ridere …

Di Michele ce n’è uno, tutti gli altri non ne hann mancuno Di Michele ce n’è uno, tutti gli altri non ne hann mancuno

11.09.2017, La cantica (di Nello Memoli) – Lui da giovane è inquadrato / all’ interno di un contesto / e pur sempre un po’ bloccato / ma si comporta da maestro / E così spesso nelle occasioni / che con forza lo vedono partecipare / porta con se le sue opinioni / che non fa in tempo a illustrare / Dello scudo è segretario / votato solo si può dire / da un gruppo solitario / di baldi giovani pronti al divenire. / Nel calcio trova …

Raccontamelo piano Raccontamelo piano

30.08.2017, La poesia di don Remigio M. Iandoli – Mamma, di giorno in giorno / vado dimenticando quell’età / quando fra le tue braccia / vivevo di felicità. / E in fretta va sfumando / quel sogno, ormai lontano… / Me lo racconti piano? / C’’è scritta una canzone / negli occhi tuoi di velluto blu; / ricantamela ancora, / ch’ io non la scordi più. / Mi sentirò cullare / su un dondolo lontano… / Me lo racconti piano? / Stanotte avrai..

Lehman Brothers (Settembre 2008) Lehman Brothers  (Settembre 2008)

28.07.2017, La poesia di Luciano Arciuolo – Nel settembre 2008 fallisce la più grande banca del mondo, la Lehman Brothers, appunto. E’ l’inizio della crisi economica più lunga della storia contemporanea. Il Capitalismo che, dopo la caduta del muro di Berlino, era imperante, promise a tutti il paradiso terrestre, attraverso la globalizzazione. Ma era un paradiso di carta. Perché la globalizzazione..

Bimbo non piangere Bimbo non piangere

19.07.2017, La poesia di Angelica Pallante – Per nove mesi ti ha portato in grembo / ma quando sei nato ti ha abbandonato. / Tu senti la sua mancanza, la chiami piangendo, / ma lei non ti scolta, ama vivere senza. / Madre sei cattiva, sei una vera incosciente, / abbandonare il proprio figlio ci vuole coraggio. / La tua coscienza è ricoperta di fango / e non sarà il tempo a cancellare l’inganno. / Siamo …

Dopo Berlino Dopo Berlino

09.05.2017, La poesia di Luciano Arciuolo – La peculiarità di questa breve poesia (pubblicata nella raccolta “Nei libri”) non è certamente la bellezza lirica o stilistica. Da questo punto di vista, anzi, è tutt’altro che ben riuscita. Essa è stata scritta il 9 Novembre del 1993, a quattro anni dalla caduta del muro di Berlino e a due dall’unificazione della Germania. E racconta un mondo che allora, probabilmente..

Ninna nanna per mia madre Ninna nanna per mia madre

07.05.2017, Dedicata alle mamme irpine (di Aniello Russo) – Non t’appartiene un figlio, / se solamente l’hai messo al mondo. / Sarà tuo davvero, allorché avrai / per lui sofferto infinite pene, / gioie pure assaggiando, / ma rare assai. / Dai passi, mamma, tu mi riconosci, / dal respiro, dai battiti del cuore: / “Figlio mio, sei tu?” chiedi dal letto, / quando rincaso tardi. / “Sì, mamma. Dormi con la buona notte!” / Indugio fuori dalla porta …

Le donne Le donne

08.03.2017, La poesia (di Nello Memoli) – Delle donne nonne ahimè ho un ricordo sfuggente / ma come una nonna, ne ho avuta una di fatto / zia, come mamma sorprendente / mi ha coperto, ogni giorno, d’affetto. / Le donne se son madri, son particolari / sempre in guardia e senza timore / basta un sorriso e ci metton le ali / dandoci forza unta d’amore. / Le donne figlie ci fanno grondare / di pianto, d’orgoglio e di …

Lettera di dicembre Lettera di dicembre

14.02.2017, I versi di don Remigio Maria Iandoli – Sapessi quanto è bella amico mio, / l’immacolata “nostra” di Bagnoli! / Da quando ci protegge –credo io- / ci pare di non essere mai soli. / Se sono triste basta che la guardo / E parlo proprio dandole del tu: / lei è una mamma, e forse nel suo sguardo / Qualcosa le ricorda il mio Gesù. / E quando sbaglio, poi… come spiegarti / la tenerezza di quel suo bel volto? / Sembra che …

Leggendo Luciano Leggendo Luciano

22.01.2016, I versi di Aniello Russo – Dono divino questo sentimento: / senti una forza dentro che ti spinge / a fiondarti in aiuto / di chi corre pericolo di vita. / Quanto sia grande e forte questo senso / di solidarietà / lo attesta un detto irpino: / “Lassa ca ru ffuocu a ccasta piglia / e ccurri addù la femmuna ca figlia!” / Non lo raffrena questo slancio umano / neppure l’ombra che sempre si allunga / dell’affarismo. / Noi pure …

Natale 2016 Natale 2016

05.12.2016, Ai bambini di Aleppo (La poesia di Luciano Arciuolo) – Non dorme mai / Halap l’antica. / Non dorme, / Halap la bella, / stanotte. / Halap, / patrimonio Unesco / dell’umanità (quale?), / non dorme. / Aspetta i Magi. / Sa che quest’anno / arriveranno in città, / proprio ad Halap, / seguendo scie luminose / di bombe e di razzi, / credendole comete. …

Irpinia e petrolio Irpinia e petrolio

06.11.2016, La poesia di Luciano Arciuolo (da “Fuori dalla Rete” – Ottobre 2016, Anno X, n.4) – E’ il deserto / del petrolio la casa. / Il deserto / che di queste terre / e’ il futuro. / Appunto, / avranno pensato. / E per una volta / precorre i tempi / l’Irpinia: / prima il petrolio, / solo dopo il deserto.

Oggi splende il sole Oggi splende il sole

14.09.2016, La poesia di Pasquale Ferrante – Oggi splende il sole / e l’aria è fresca. / Il paese è deserto, / le formiche sono andate / nei boschi per funghi, / o nei castagneti, / a pulire il fondo / a prepararlo / per i ricci / per quando, pronti, / vorranno cadere / e, baciata l’erba, / si apriranno / a liberare le castagne. / Sbuffi di fumo si alzano nel cielo / ad intorbidirne l’azzurro / e il profumo / dell’erba bruciata / si diffonde nella …

Ragazzi di mezzo secolo fa Ragazzi di mezzo secolo fa

08.09.2016, Articolo e poesia di Aniello Russo – Noi ragazzi amavamo i luoghi fuori mano, fuori cioè dagli occhi indiscreti che in paesi ti sentivi sempre addosso. E allora, nei pomeriggi estivi, si andava al castagneto delle Monache o al Campo vecchio, sotto i castagni, per tirare due calci al pallone; oppure fino alla chiesetta della Pietà, passando per il Camposanto; oppure sulla collina della Torre, da cui …

La leggenda di Tronola La leggenda di Tronola

20.08.2016, La poesia (di Aniello Russo) – Paradiso di acque il mio paese, / di sorgenti nascoste nell’intrico / di verdi boschi. / E sei tu, Tronola, / regina delle fonti, / che hai fretta di gettarti tra le braccia / dell’amato Laceno. / Mi aggrada riposare / su una riva, accanto all’onda pura / delle tue precipiti parole, / quasi scocchi di baci, / accanto ai sorrisi delle acque / che, a cascatelle, / saltano giù dai ciottoli spumose. …

“Non giocano in strada” “Non giocano in strada”

26.06.2016, La poesia di Aniello Russo – Quello che ieri pareva solo mio, / le strade i cortili i campi, / oggi non appartiene più a nessuno. / Non giocano in strada i nostri figli / alla lippa o all’anca zoppa, / nei cortili non saltano a zompa cavallina; / e nei campi, affogati in spine e rovi, / non c’è fanciulla che raccolga un fiore. / Non batte più nell’aia il manganello/ sui covoni sparsi col forcone; / non più echeggiano i castagneti muti / gli antichi canti …

Stella d’amore Stella d’amore

15.06.2016, La poesia di Pasquale Sturchio – Se fossi un uccello… / Se avessi anche io le ali / volerei nel cielo stellato / per donarti una stella del cielo! / Se fossi un pesce… / Se avessi anch’io le pinne / l’ inabisserei in fondo al mare / per donarti una stella di mare! / Scalerei le vette diamantine / per donarti una stella alpina! / Penetro furtivamente il tuo cuore / per avere in dono la tua stella d’amore …

Ode a Santa Nesta Ode a Santa Nesta

14.05.2016, Email di Rocco Dell’Osso – Santa Nesta è, per antonomasia, la vera festa dei bagnolesi e per i bagnolesi! Caso più unico che raro in cui si ha il piacere vero, reale, di stare con i propri compaesani. Non ci sono turisti, ma soltanto familiari, amici, parenti, conoscenti, (quasi) tutti Bagnolesi. Lo spirito di Santa Nesta traspare anche nelle persone che per vari motivi hanno vissuto o frequentato Bagnoli; trapela …

Un amore incomprensibile Un amore incomprensibile

28.04.2016, La poesia (di Antonio Cella) – Io lo so che, per te, / non esiste la parola: cattiveria. / Che nel tuo magistero / non trovi spazio / quella, ancor più grave, che / noi uomini chiamiamo: vendetta. / Sono, però, oltremodo convinto che, / se fossi te, / spezzerei i chiodi arrugginiti, / e nelle carni altrui / getterei il pianto di / ogni donna madre. / Ma, tu sei TU; / soffri e porgi l’altra guancia. / Non ti accorgi che / noi del mondo / più non ti …

A Filippo A Filippo

24.04.2016, Gli auguri in versi (di Nello Memoli) – Oh Filippo sindaco lucente / del comune sei il referente / anche noi che non ti abbiamo votato / ti rispettiamo come se fossi … l’avvocato. / Coi dipendenti sembri un leone / mentre con gli altri mostri comprensione / ci son pure quelli che fanno eccezione / quanti col cane che sono in tenzone. / Sì ti proponi di fare adesione / anche se non perdi mai l’occasione …

Bagnoli piange il prof. Pasquale Sturchio Bagnoli piange il prof. Pasquale Sturchio

17.04.2016, Il lutto – Si apprende con incredulità, costernazione, dolore la notizia della scomparsa del concittadino Pasquale Sturchio, un intellettuale amico di “Palazzo Tenta 39” che ha incoraggiato la nascita del Circolo e che ha collaborato costantemente con l’associazione partecipando con interesse a tante sue iniziative. La breve e fulminante malattia che l’ha devastato non gli ha consentito, purtroppo, di risvegliarsi …

Pasqua 2016 Pasqua 2016

27.03.2016, La poesia di Luciano Arciuolo – Caro Gesù, mi dispiace, / ma non puoi scendere dalla croce. / Stavi ancora scontando Auschwitz / e già questi / armavano / la bomba H. / E poi il Vietnam, / la Palestina, / e sangue ovunque, / e odi antichi, / e poi guerre / di religione. / Mi dispiace, / ma non puoi scendere dalla croce. / Devi ancora scontare / i muri / e il filo spinato, / i trafficanti di armi / e gli scannatori, / i …

E mi sento che t’amo E mi sento che t’amo

26.03.2016, La poesia di Pasquale Sturchio – Tu sei… l’humus della mia poesia / la freschezza del mio sentire / il naufragio del mio pensiero / il mio istante d’immensità!!! / Tu sei… il mio candido stupore / la voce del mio silenzio / la risposta ai miei dubbi / il terrore della mia solitudine!!! / Tu sei… il mio attimo fuggente / la perla dei miei sogni / la mia curiosità d’infinito / l’ incontro di un sorriso!!!/ Tu sei… la mia …

San Valentino San Valentino

14.02.2016, La poesia di Luciano Arciuolo – Buon San Valentino. / A te, amore mio, / che non ricordo d’aver scelto, / perché dentro / ti porto / da sempre. / E a te, / che, sfiorando una foto, / ogni sera / nei sogni / anneghi / ricordi / lontani. / A te / che piangendo culli / il frutto dolce / di un amore sbagliato. / A te / che anche stanotte / venderai spicchi / di freddo calore / a chi è disposto / a pagarli. / E a te / che non più, …